PARCO SANGALLI: BOCCUZZI DICE Sì AL MERCATO CONTADINO

Ph ilovetorpigna.it

Approvata la mozione che impegnerà il presidente Boccuzzi e il direttore del Municipio a sollecitare il Dipartimento a favore dell’iniziativa, ma resta l’insoddisfazione dei cittadini per la mancanza di dati certi. Una fiammella di speranza per il Mercato Contadino di Parco Sangalli, l’esperimento che aveva promosso la circolazione dei prodotti tipici del Lazio tra i quartieri di Torpignattara, del Quadraro e di Centocelle.

L’iniziativa nasceva, infatti, nel 2015 grazie al CdQ Torpignattara, in collaborazione con l’Associazione Futura e l’Associazione per l’Ecomuseo Casilino, ed era stato accolto con molto entusiasmo. Da un lato c’era la possibilità per i cittadini di acquistare vini, oli, frutta e verdura dell’Agro romano; dall’altra, la restituzione della dignità a un’area archeologica, quella dell’Acquedotto Alessandrino, in stato di abbandono e degrado. Il Mercato contadino aveva trasformato il parco in un polo di attrattiva commerciale, ma anche sociale e culturale, oltre a tenere costanti i lavori di manutenzione dell’area.

Attraverso una convenzione, infatti, il Comitato e le Associazioni si impegnavano a mantenere il decoro del parco, ottenendo la scomputa della tassa di occupazione del suolo pubblico. Ma dopo l’intervento del Municipio per mettere a norma il progetto con un apposito bando, le cose hanno iniziato a prendere una piega inaspettata, tra burocrazia e indecisioni, fino al netto rifiuto dell’ingegner Cafaggi di voler accettare la convenzione con scomputa della COSAP. Da allora, non si è arrestato l’impegno del Comitato nel voler riattivare il progetto del mercato.

L’ultimo sollecito ai nuovi amministratori del V Municipio lo scorso 20 gennaio, in occasione della seduta della Commissione Ambiente dedicata al Parco Giordano Sangalli. E così, finalmente, il primo febbraio scorso i consiglieri di maggioranza hanno sottoscritto la mozione che impegna il presidente Boccuzzi e il direttore del Municipio “a sollecitare un parere al Dipartimento Tutela Ambiente e a mettere in atto tutte le azioni per ripristinare l’esperienza del Mercato Contadino al Parco Sangalli”.

Una mossa che lascerebbe ben sperare per l’evidente presa di posizione da parte dei pentastellati del Municipio, ma che fa sorgere più di un dubbio tra gli organizzatori dell’iniziativa, che, dopo aver assistito a un vero e proprio duello tra politica e amministrazione, nel loro rilanciarsi la palla sull’interpretazione di leggi, regolamenti, codici e ipotesi, al momento si dichiarano insoddisfatti, perché non ci sono né tempi né risultati certi.

What do you think?

30 points

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%