MERCATINO DI NATALE ADDIO!

Il tradizionale mercatino natalizio, nel cuore del popolare quartiere di Villa dei Gordiani, quest’anno non si farà. Da diversi anni questo evento rappresentava, per i cittadini di tutte le età, un punto di riferimento e d’incontro sul “grande marciapiede chiamato biscotto”: una sorta di “piazza lunga e stretta” di oltre cento metri, in viale Partenope, che va da via Marcianise a via Teano, realizzata come “area di superficie” per i box sottostanti e costruiti nell’ambito del Piano Urbano Parcheggi del Comune di Roma.

Un mercatino tipico nella tradizione italiana, che nell’unico spazio possibile del quartiere rendeva il periodo delle festività natalizie ricco di tante novità, e creava anche in questa periferia romana un clima d’attesa per le ricorrenze civili e religiose.

Stand di artigianato, enogastronomia e opere d’ingegno, degustazioni delle bontà del Lazio, tanti prodotti tipici che rappresentano la produzione delle realtà regionali, quindi un assortimento simile ai famosi e storici mercatini dell’Italia settentrionale. Inoltre il cosiddetto Villaggio di Natale, tra elfi, abeti decorati e luci colorate, ove ogni bambino poteva portare la sua letterina e consegnarla direttamente a Babbo Natale. Non mancavano spettacoli, burattini, laboratori per bambini, giochi e animazione. Una festa con negozi aperti tutto il giorno, promosso dall’Associazione Commercianti CCN  di Villa Gordiani. Non a caso questo evento è stato presentato efficacemente, nell’edizione dello scorso 2015, anche dal sito del Comune di Roma   nello spazio “manifestazioni”, per favorire la conoscenza dell’offerta culturale e spettacoli di Roma attraverso la rete. Con le feste natalizie vicine, si viene a sapere che i “Mercatini di Natale” nel V Municipio non si faranno più! Sono forse cambiate le norme, che lo scorso anno hanno consentito lo svolgimento di questi eventi tanto attesi,  in quartieri come Villa dei Gordiani, Centocelle e Torpignattara, tanto per citarne alcuni? E le autorizzazioni per le luminarie che accendono i nostri quartieri saranno concesse, anche se i costi sono a carico di commercianti e privati?

Eppure le luci di Natale (insieme ai Mercatini) per i nostri quartieri e per Roma, sono una  cosa importante, perché possono rappresentare un segnale di vita, di speranza e di allegria. In tante altre capitali le grandi luminarie, che stupiscono chi le guarda, sono già accese o in procinto di esserlo, non vorremmo che il declino della Città Eterna si manifestasse anche in questo ambito.

Su tali questioni la competenza è del Municipio: il Presidente e la Giunta che interesse hanno a interrompere una tradizione con momenti comunitari e di socializzazione? Si tratta di eventi che offrono la possibilità di conoscenza e di partecipazione. Chi governa il V Municipio dovrebbe valutare bene questa situazione che crea certamente, tristezza e delusione.

What do you think?

30 points

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%