Aumentano gli animali selvatici in città

Sempre più spesso i cittadini segnalano avvistamenti di animali inusuali che si avvicinano ai centri abitati. Il fenomeno dipenderebbe da vari fattori.

Il 5 maggio scorso una cornacchia ha aggredito un’insegnante del liceo classico Vivona, in zona Eur, ferendola alla testa. Non è la prima volta che si verificano eventi di questo tipo in quell’area, come risulta dalle testimonianze raccolte nell’Ospedale Sant’Eugenio e dai residenti. La causa di quella che è stata definita una vera e propria invasione di cornacchie, dipenderebbe da una serie di fattori. La mancata potatura dei platani, eletti a dimora dagli stessi volatili e i ritardi nello svuotamento dei cassonetti, che rappresenterebbero una  fornitura di cibo facile e veloce.

Una spiegazione più dettagliata delle cause della presenza crescente di cornacchie e animali selvatici nei maggiori centri urbani italiani l’aveva già fornita l’etologo Enrico Alleva. «Noi umani gettiamo un sacco di spazzatura, lasciamo cumuli di immondizia in giro e di conseguenza attiriamo gli animali. In città arrivano sempre più commensali, come vengono chiamati gabbiani e ratti, cornacchie e topi, che approfittano di quello che abbandoniamo per nutrirsi con facilità e regolarità, senza troppo sforzo. E più mangiano, più si moltiplicano, più hanno bisogno di cibo e si fanno invadenti. Ma non è colpa loro, in parte sono stati costretti a spostarsi perché abbiamo distrutto i loro habitat». (Sempre più animali selvatici nelle città italiane, di Marco Angelillo, La Stampa, 30 agosto 2015).

Roma, in particolare, con i suoi parchi, i suoi fiumi e le nicchie ecologiche, risulta essere una città piuttosto accogliente per ospiti indesiderati come le cornacchie, la cui aggressività è stata imputata da Fulvio Fraticelli –  direttore scientifico del Bioparco di Roma – esclusivamente all’istinto di protezione verso il nido.

What do you think?

30 points

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%