Fino ad oggi distribuiti soltanto i kit, del servizio non se ne parla neanche più

Sono ormai trascorsi invano sei mesi dallo scorso maggio, quando venne annunciata la messa in campo del servizio “porta a porta” nel quartiere. Purtroppo, a quanto pare, l’unica cosa tangibile per i residenti è stata unicamente la dotazione del kit per la differenziata. Dell’inizio del servizio non se ne parla più e nemmeno della possibilità di fare eventualmente una raccolta separata stradale.

I cassonetti presenti attualmente sono infatti del vecchio modello per l’infifferenziata. Non si sa bene a chi addurre la responsabilità visto che l’AMA aveva già predisposto i sopralluoghi nei palazzi per accertare la fattibilità del posizionamento dei cassonnetti. Nella zona dei “villini”, la prima individuata per la partenza, lo sconcerto è grande. Alcuni residenti hanno provato a chiedere chiarimenti all’Azienda municipalizzata ma si sono sentiti rispondere che il fermo dell’operazione dipende dal “volere della nuova amministrazione”.

Queste sembrano essere risposte di comodo, pare assurdo che la gestione subentrata non possa tener conto di ciò che di positivo i predecessori abbiano fatto e programmato, con un piano organizzativo peraltro già recapitato al V° Municipio. Il presidente del Municipio, Giovanni Boccuzzi, parrebbe non sapere nulla dello stop alla differenziata nel quartiere.

Il Pigneto è una zona i cui residenti più e più volte si sono dimostrati volenterosi e collaborativi ma vero è che se le istituzioni sono assenti, la faccenda si complica davvero. Auspichiamo, che a tale servizio venga di nuovo dato un “via” reale, e certamente i residenti risponderanno con una collaborazione attiva, come già avvenuto per numerosi altri quartieri di Roma dove la raccolta differenziata è già da tempo in atto in maniera appropriata, consentendo un “riciclo” vero. Curioso è vedere come di questi tempi, dove lo sperpero dovrebbe essere assolutamente bandito, ciò da cui potremmo trarre un guadagno trasformando e riciclando, continui invece a essere ignorato.

Che dire, speriamo bene che il messaggio arrivi a chi di dovere e, in caso positivo, speriamo anche che funzioni! A Torpignattara, ad esempio, pur essendoci una raccolta su strada a cinque frazioni, in realtà i risultati lasciano molto a desiderare…

What do you think?

30 points

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%